La Provincia Ecclesiastica di Vrhbosna comprende quattro diocesi e un Ordinariato militare: l’arcidiocesi di Vrhbosna (Sarajevo) alla quale sono suffraganee: Banja Luka, Mostar-Duvno e Trebinje-Mrkan. Oggi territorialmente si estende entro i confini della Bosnia e Erzegovina.

 

L’Arcidiocesi di Vrhbosna (Sarajevo)

L’Arcidiocesi di Vrhbosna (Sarajevo) territorialmente è la più grande (estesa 22 401 km²). Comprende le parti centrali e settentrionali della Bosnia, la sua sede è in Sarajevo. Ha 4 arcidiaconati, 13 decanati, e 153 parrocchie più 2 expositure. L’arcidiocesi è sotto la protezione Divina del Santissimo Cuore di Gesù, mentre i co-patroni sono la Beata Vergine Maria e San Giuseppe. Nell’arcidiocesi di Vrhbosna durante la guerra 44 chiese parrocchiali sono state devastate totalmente, mentre 34 sono state gravemente distrutte e altre 23 sono state danneggiate, in totale sono stati danneggiati 690 edifici ecclesiastici. Oggi sono quasi totalmente restaurate tutte le chiese parrocchiali e gli altri edifici ecclesiastici. 

Di Più...

 

La Diocesi di Banja Luka

La Diocesi di Banja Luka copre un territorio di 16 457 km², si estende al nord-ovest della Bosnia e Erzegovina. Ha 6 decanati e 48 parrocchie. Il santo patrono della diocesi è San Bonaventura.
Nell’ultima guerra sette sacerdoti e una suora sono stati uccisi o sono morti dopo gravi torture. Nella Diocesi di Banja Luka durante la guerra dal 1991 fino 1995 e nel dopoguerra sono state danneggiate completamente 16 chiese parrocchiali, 8 sono state gravemente danneggiate mentre 11 solo più lievemente. In totale sono stati danneggiati 204 edifici ecclesiastici.  Fino a oggi sono state ristrutturate oppure si stanno ristrutturando tutte le chiese distrutte e danneggiate e gli altri edifici ecclesiastici.
Nel territorio di diocesi di Banja Luka si trova il Vicariato Greco-cattolico di Bosnia e Erzegovina con sette parrocchie.

Di Più...

 

La Diocesi di Mostar-Duvno

La Diocesi di Mostar-Duvno comprende un territorio di 8 368 km², si estende nel sud e sud-ovest della Herzegovina.
Ha 8 decanati e 67 parrocchie (più 1 cappellania indipendente). Santo protettore della diocesi è San Giuseppe. 
Durante la guerra e il dopoguerra sono state devastate totalmente 5 chiese parrocchiali, mentre 12 sono state gravemente danneggiate. In totale sono rimasti danneggiati 106 edifici ecclesiastici. Fino ad oggi sono state ristrutturate quasi tutte le chiese così come gli altri edifici ecclesiastici.

Di Più...

 

La Diocesi di Trebinje-Mrkan

La Diocesi di Trebinje-Mrkan è la diocesi più antica sul territorio della Bosnia e Erzegovina. Comprende un’area di 3 861 km². Si estende sulla sponda sinistra del fiume Neretva cioè nel sud-est della Bosnia e Erzegovina. Ha 2 decanati e 15 parrocchie. Il santo patrono della diocesi è San Michele Arcangelo.
L’Ordinariato militare in Bosnia e Erzegovina è stato fondato il 1 febbraio 2011, con la decisione di papa Benedetto XVI. Il primo Ordinario militare è stato nominato il 1° febbraio 2011 nella persona di  S.E.R. Mons. Dr. Tomo Vukšić, sacerdote della diocesi di Mostar-Duvno.
Nel territorio della Provincia Ecclesiastica di Vrhbosna si trovano due Province francescane: Bosna Argentina e Provincia francescana erzegovese.
Oltre ai sacerdoti diocesani nella metropolia di Vrhbosna operano francescani, salesiani, gesuiti, trappisti e un frate domenicano. 
Con la decisione di papa Benedetto XVI, del 4 gennaio 2006, la Provincia Ecclesiastica di Vrhbosna è stata esentata dalla Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli ed è stata annessa sotto il Segretariato di Stato della Santa Sede passando sotto la giurisdizione ordinaria della Congregazione per i vescovi.

Di Più...

 

Numeri statistici

  • Alla fine del 2014 sul territorio della odierna Bosnia e Erzegovina risultano presenti 286 parrocchie cattoliche.
  • L’Arcidiocesi di Vrhbosna ha 153 parrocchie (+ 2 expositure),
  • la Diocesi di Mostar-Duvno ha 67 parrocchie (+ 1 cappellania indipendente),
  • la Diocesi di Banja Luka ha 48 parrocchie e
  • la Diocesi di Trebinje-Mrkan 15 parrocchie.
  • I protettori celesti dei cattolici in Bosnia e Erzegovina sono Sant’Elia profeta e Sant’ Giorgio martire.

 

Vocazioni in Bosnia e Erzegovina

Secondo i dati della fine dell’anno 2014 il numero totale dei sacerdoti che operano e abitano in Bosnia e Erzegovina è di 578. Di essi, i preti diocesani sono 247 e i religiosi sono 331.
Il numero totale delle religiose che operano e abitano in Bosnia e Erzegovina alla fine del 2014 è di 509.