La Nunziatura Apostolica in Bosnia ed Erzegovina è la Missione Diplomatica della Santa Sede in Bosnia ed Erzegovina, equivalente a un’Ambasciata. Essa si trova a Pehlivanuša 9, Sarajevo. Il Nunzio Apostolico rappresenta il Santo Padre alla Chiesa cattolica in Bosnia-Erzegovina e al Governo del Paese. Il suo ruolo è equivalente a un Ambasciatore. Ha entrambe le funzioni ecclesiastiche e diplomatiche. Il ruolo ecclesiastico di un Nunzio Apostolico è quello di rendere solide ed efficaci i vincoli di unità che esistono tra il Papa e la Chiesa locale. Il ruolo diplomatico di un Nunzio Apostolico è quello di promuovere e favorire i rapporti tra la Sede Apostolica e lo Stato e affrontare questioni riguardanti i rapporti tra Chiesa locale e lo Stato.

Santa Sede ha stabilito relazioni bilaterali con la Bosnia ed Erzegovina nel 1992. Il primo Nunzio Apostolico in Bosnia ed Erzegovina è l’Arcivescovo (ora Cardinale) Francesco Monterisi (1993-1998). Altri Nunzi precedenti sono: Arcivescovo Giuseppe Leanza (1999-2003), Arcivescovo (ora cardinale) Santos Abril y Castelló (2003-2005) e Arcivescovo Alessandro D'Errico (2005-2012). L’attuale Nunzio Apostolico in Bosnia ed Erzegovina è Arcivescovo Luigi Pezzuto.